BREXIT 24: quando le coincidenze svelano la logica.


brexitForse mai come in questo referendum il sistema di previsione degli exit poll ha sbagliato clamorosamente ingannando a catena tutta una serie di soggetti dell’informazione con un effetto domino incredibile e per alcuni versi grottesco e tragico.

Ancora la notte del 24 verso le 3 di notte i principali siti online di massima diffusione davano la notizia del “Remain” vincente con circa 2 punti. Nello stesso tempo bastava accedere ad alcune testate in lingua inglese per veder pubblicato l’opposto e lo stesso Mentana nella maratona sulla 7 dava i numeri del progressivo successo del “leave”. Pertanto la TV ha battuto internet 1-0 almeno in ambito “italiano”. Le redazioni di molti giornali online dovranno riflettere su questa “svista” clamorosa in occasione di un momento cosi delicato e fare un mea culpa.

Gli stessi speculatori e il mondo finanziario abituato a monetizzare le asimmetrie informative aveva fatto rialzare la sterlina comprando privatamente gli exit poll ad urne ancora aperte quando non potevano ancora esser pubblici. Centinaia di migliaia di euro per avere dati poi rilevatisi inattendibili ed anzi fuorvianti. Tutto questo generava una valanga ed effetto domino informativo.

La gente vedeva i riflessi della speculazione e pensava che “ormai era fatta per il remain”, sentiva le previsioni concordanti, leggeva la stampa e la rete…alla fine si convinceva per la pluralità dei segnali. Invero erano tutti “figli” e risultato di uno stesso effetto domino che, addirittura, forse, è anche riuscito a negare se stesso nell’esito! Come? Con la loro valenza rassicurante per tutti i “pro remain” che spesso hanno rinunciato ad andare a votare considerando soprattutto il tempo terribile, le alluvioni e le condizioni meteo che han flagellato ed imperversato sull’Inghilterra. Di contro tutti queste informazioni finanziarie, informative, “laterali” pro “remain” hanno allertato e armato di determinazione e coraggio tutti quelli per il “leave” che nonostante il fattore tempo son andati ad esprimere il loro voto. Il risultato anche in termini di affluenza rispetto alle stime conferma il tutto e dove ha vinto il “remain” ha vinto con percentuali di 4 o 5 punti inferiori.

Ok direte, tipica manipolazione voluta o autogenerata e sistemica informativa, segno dei nuovi tempi dove tutti siamo connessi sempre e ogni decisione è incerta e legata anche all ombrello fino all ultimo momento. Che cosa c’è di nuovo? O meglio si poteva prevedere un risultato considerato cosi incerto fino all ultimo da ingannare anche i maggiori “big” dalla grande potenza economica capacita di comprarsi ognintipo di informazione riservata per giocarla prima a loro favore?

Anche se con il senno del poi dico di si. E con un approccio del tutto nuovo e inusuale suggerito da una serie di lampanti ma straordinarie coincidenze la notte stessa del 24 alle 2.40 quanto la sterlina è crollata nel cambio internazionale dopo 24 anni dal fallimento della Banca Inglese ad opera di Soros e 240 anni dalla fondazione della società degli illuminati, data presente (in latino) su ogni dollaro americano, nonché dalla loro dichiarazione di indipendenza dalla Inghilterra. Il tutto scoperto dal sottoscritto alla sua età di 24 (base 24) anni quest’anno 2016, ops 1200 (in base 12) che ha appena fatto il suo giro di boa e potrà riservarci molte altre sorprese e discontinuità.   Il metodo del tutto “innovativo” dal punto di vista epistemologico tratteggia e fonda una nuova “ingegneria della storia” in grado di prevedere operativamente momenti ed accadimenti con forti discontinuità in base ad eventi isomorfi e risonanti passati. Qui non c’è spazio ma intanto quanto accaduto per Brexit l’ho sintetizzato e messo in questo piccolo ebook Brexit 24.